A volte la vita non va come ti aspettavi…
va anche meglio!

Pensavo di diventare una giornalista, avere un cane e un gatto e una piccola casetta piena di girasoli.
Volevo avere una cartoleria e diventare scrittrice.
Pensavo che sarei sempre stata una persona sportiva, avrei continuato a giocare a calcio e avrei dimostrato la mia tenacia.

Ho provato a fare la giornalista, ma non mi sono trovata bene.
Non ho mai lavorato in una cartoleria.
Ho scritto una storia, mai finita, che mi ha aiutata in un momento della vita in cui ne avevo bisogno.
Sono diventata un tipo da divano e niente voglia di sport. A calcio mi hanno rotto il naso,
ma è un ricordo nascosto dall’orgoglio per l’agonismo e la difficoltà in cui mettevo gli avversari.

La vita non va sempre come ti aspettavi, a volte va anche meglio.
Ho scoperto una passione, quella per i video, e ne sto facendo un lavoro.
Non è facile, si passa attraverso mille sacrifici, contate fino a 10, morsicate di lingua e lavori che ti chiedi davvero se hai raggiunto il livello più assurdo,
per poi scoprire che c’è dell’altro.

Ho incontrato una persona che mi ha cambiato la vita, facendole fare il suo corso. Una persona con cui dividere la mia passione, il mio tempo libero, il mio lavoro, il mio futuro.
Una persona con cui divido il mio pacchetto di patatine, una persona con cui mi basta la serata lettone e film per essere felice.

Non ho aperto una cartoleria, ma la mia scrivania è ricca di colori, blocchetti e post it di varie forme.
Non sono diventata una giornalista o una scrittrice, non scrivo e racconto la vita degli altri, ma tengo un diario dove racconto la mia di storia.
Non invento interi romanzi, ma a volte penso a una piccola e breve storia che, chissà, magari un giorno vedrete in un video.
Ho scoperto che adoro fotografare e Instagram al mattino e alla sera è d’obbligo.

Continuo a sognare di viaggiare.

Cosa voglio dalla vita? Qualche idea ce l’ho, ma non ve la dico. Tanto…a volte è anche meglio!